Copertina del Film La Bella e la Bestia

Sono passati ben ventisei anni da quando dopo il film d'animazione “la Bella e la Bestia” arrivò alle nomination degli Oscar nella categoria Miglior Film. Oggi la Disney ci riporta in quei posti incantanti di cui si ricorda il villaggio francese in cui vive Belle e il magico castello stregato dimora della Bestia, dove un austero orologio; un simpatico candelabro; una dolce teiera e suo figlio Chicco, una graziosa tazzina, trascorrono la loro vita dopo essere caduti in preda di un sortilegio che li condannerà per sempre a questa vita se il loro padrone non riuscirà a spezzarlo prima che cada l’ultimo petalo di una rosa incantata

Recensione del film

Il film del regista Bill Condon segue l’onda dei remake in live action degli altri classici Disney, ma segue una strada diversa rispetto a Kenneth Branagh e alla sua revisione di “Cenerentola”. Infatti nel nuovo “La bella e la bestia” non ci sono troppe parti reinventate e, nelle poche presenti, come ad esempio il prologo settecentesco, che si apprezza nell'introduzione di qualche personaggio, le modifiche non sono troppo invasive e non vanno ad intaccare la trama e la scorrevolezza della storia originale.

Anzi, nel film di Condon viene seguito alla lettera il precedente cartone animato, e il copione viene ripreso nella sua totalità così come il libretto musicale e le medesime inquadrature. Non tutti sono stati in grado di capire fino alla fine la natura della scommessa di questo regista; probabilmente, egli desiderava mantenere una certa logica che non ha guastato né dal punto di vista commerciale né tantomeno il successo che, il film, ha riscosso alla fine.

In questo momento in cui il mondo dell'animazione si è dedicato a strade maggiormente sperimentali che sono state già battute dalla Pixar, non è assolutamente da disdegnare un po' di innovazione anche nei cartoni Disney fra i più moderni.

Per quanto riguarda le musiche di “la Bella e la Bestia: il film” non sono, però, le nuove a fare successo, ma bensì, le più amate che provengono già dal vecchio film d’animazione così come, le scene inserite sulla vita di Belle durante l’infanzia non la spuntano a confronto con il lavoro di computer fatto per l’animazione che risulta, quindi, ancora una volta vincente sul film.

La più grande rivoluzione, su un altro lato, era già stata fatta dal cartone, che aveva scelto la più modesta, la più umile e la più dolce delle ragazze del villaggio, l’umile figlia di un mercante caduto in disgrazia che, crescendo, era divenuta una giovane ragazza piena d’orgoglio e annoiata dalla vita del borgo conservatore in cui vive e dove lei viene malvista a causa del suo amore per la lettura e per il suo essere una sognatrice che la fanno apparire strana agli occhi delle sue coetanee. Da qui, ella ha già in comune moltissime cose con l’altro protagonista della storia, quello che strano lo è veramente: la Bestia. Il registra si concentra, quindi, su questo fattore, creando un’immagine di Belle che la vede a sua volta un'inventrice di un primo modello di lavatrice; Condon la esalta come una ragazza che sente il bisogno di piacere a tutti e la scelta di un’attrice del calibro di Emma Watson, già avvezza a questo ruolo, non ha fatto che confermare questa immagine, che in certe battaglie si è già mostrata addestrata e credibile, anche giù dallo schermo.

Trailer del film

Insomma, del tutto consigliata la visione di questo film. Se volete vederlo comodamente da casa acquistando lo streaming in alta definizione, vi consigliamo di visitare:

Netflix Chili TV Tim Vision SkyGo NowTV

Acquista la serie

Amazon




I più condivisi

Dove vedere in streaming 30 Rock: un’eccellenza tra le Serie TV

30 Rock è una serie tv americana targata NBC, trasmessa inizialmente nel 2006 continuata, considerato il grande successo riscosso da subito, fino al 2013; è stata trasmessa anche in Italia dal 2009 al 2017 in Italia tramite i canali Lei, Sky Uno, Rai4 e Joi. La serie è ideata da Tina Fay, che ricopre all’interno del casting anche il ruolo di protagonista, e prende nome dalla sede degli studi della NBC, situati al numero 30 della Rockfeller Plaza di Manhattan, New York. 

Leggi tutto...

Come vedere in streaming Sex and the City

Sex and the City è una serie TV nata negli Stati Uniti nel 1998, nata dal creatore di Beverly Inps 90210 e Melrose Place, ma basata sul romanzo omonimo di Bushnell, il quale è stato uno dei primi del genere chick lit: il nome del genere deriva dalle abbreviazioni dei termini inglesi chicken (“pollastrella”) e literature (“letteratura”) e identifica un genere che nasce dal romanzo rosa, ma si discosta per un uso maggiore dell’umorismo e dell’irriverenza con una particolare focalizzazione sull’aspetto sessuale, più che sentimentale, delle relazioni.

Leggi tutto...

Come vedere Daredevil in streaming: un supereroe in serie tv

Nel mondo controverso dello sviluppo tecnologico e delle piattaforme che permettono di usufruire dei servizi streaming dove vogliamo, quando vogliamo e perché vogliamo le serie tv, giorno dopo giorno, riescono a trovare uno spazio sempre maggiore nel diktat collettivo di come poter passare il nostro tempo libero.

Leggi tutto...