Immagine della copertina del film Ritorno al Futuro

“Back to the future” o come lo conosciamo noi in Italia “Ritorno al futuro” è il primo film cult, della fortunatissima trilogia, uscito nelle sale cinematografiche nel lontano 1985 di genere fantascienza e avventura. Diretto e scritto da Robert Zemeckis, famoso per aver diretto tra i vari film Cast Away e Forrest Gump, con la partecipazione di Bob Gale hanno dato vita a una nuova corrente in cui un film poteva riscuotere successo pur non avendo un genere ben specifico.

Gli elementi fondamentali che rendono questo film immortale sono la collaborazione alla regia di Steven Spielberg, la partecipazione di Michael J.Fox come attore protagonista nei panni di Marty Mc Fly, che subentrò al posto di Eric Stoltz dopo le prime settimane di riprese, la collaborazione di Christopher Lloyd nei panni di Doc, uno scienziato strampalato dalle idee bizzarre e geniali, inventore della macchina del tempo e infine la mitica DeLorean usata per viaggiare nel tempo, modificata dallo staff degli effetti speciali.

Scheda

  • Sceneggiatura: Robert Zemeckis – Bob Gale
  • Fotografia: Dean Cundey
  • Montaggio: Arthur Schmidt – Harry Keramidas
  • Musiche: Alan Silvestri – Chris Hayas – Johnny Colla
  • Produzione: Universal Pictures – Amblin Entertainment
  • Cast: Micheal J.Fox – Christopher Lloyd – Lea Thompson – Thomas F.Wilson – Crispin Glover

Trama

Marty Mc Fly, un ragazzo diciassettenne innamorato della propria ragazza Jennifer è uno studente Americano dalle ambizioni musicali, in quanto suona la chitarra, bravo nello andare sullo skateboard ma considerato un fannullone dal preside del liceo di Hill Valley che frequenta. Il suo migliore amico Emmett Brown, detto Doc, uno scienziato capace di trasformare la Delorean, un automobile degli anni 80, in una macchina alimentata a plutonio in grado di viaggiare nel tempo.

Brown per poter far viaggiare nel tempo l’auto è costretto a sottrarre a dei pericolosi terroristi Libici il plutonio. Proprio durante la dimostrazione Marty e Doc vengono attaccati dai terroristi che durante lo scontro a fuoco riescono a colpire lo scienziato mentre Marty rifugiatosi nella macchina riesce a spingere la Delorean a 88 miglie orarie e si ritrova così catapultato nella stessa città ma nel lontano 1955, dove conoscerà i suoi genitori, l’acerrimo nemico di famiglia Biff Tunnen e il giovane Doc, che farà di tutto per riuscire a rispedirlo nel 1985.

Trailer

Curiosità

Come abbiamo già detto in precedenza la parte di Marty, fu dall’inizio pensata per l’attore Fox. In quel periodo il giovane attore stava girando delle scene per la famosa serie TV anni 80, Casa Keaton. La sua collega Baxter rimase incinta e a Micheal furono assegnate molte scene e non gli fu permesso di prendere parte al film. Per questo gli autori di Ritorno al Futuro dovettero ripiegare sul giovane Stoltz ed iniziarono le riprese del film. Soltanto dopo 4 settimane di lavoro ricontattarono Fox, che per riuscire a recitare per entrambi, lavorò di giorno per la serie TV e in serata per Zemeckis.

Nel corso della stesura della sceneggiatura, la macchina del tempo assunse innumerevoli forme, passò per essere una aggeggio laser situato in una stanza fino a diventare un frigorifero situato in una zona del Nevada predisposta per gli esperimenti nucleari. L’ultima idea fu scartata dal regista che riteneva che i bambini potessero emulare le scene del film rinchiudendosi all’interno del frigorifero.

Il nome di Doc, Emmett Lathrop Brown è composto dal nome Emmett che pronunciato al contrario e diviso in sillabe forma la parola ti – me e dal secondo nome Lathrop che al contrario da portal, insieme formano portale del tempo.

Omaggio a Kubrick

Spielberg ha voluto omaggiare Stanley Kubrik inserendo, nella scena in cui Marty collega la chitarra elettrica all’amplificatore, un’etichetta con su scritto CRM 114, sigla che viene utilizzata nei film Il Dottor Stranamore, sigla del decodificatori di messaggi, in 2001 Odissea nello spazio come la sigla del Discovery One, in Eyes Wide Shut come sigla di un taxi e venne usata anche in Arancia Meccanica.

Tim VisionYouTube

Acquista il film in Blu Ray

Amazon






I più condivisi

IT in streaming: il film dal capolavoro di Stephen King

È quasi impossibile essere veramente fedeli ai capolavori di Stephen King e creare degli adattamenti che non tradiscano e sconvolgano del tutto la visione originale dello scrittore.

Leggi tutto...

Non ci resta che piangere in streaming: l’indimenticabile pellicola di Benigni e Troisi

Sono trascorsi ben trent'anni dal giorno in cui due giovanissimi amici, senza nemmeno esserne consapevoli, si stavano accingendo a realizzare uno dei più grandi capolavori cinematografici di sempre. Spediti in un lontanissimo passato, fra le campagne toscane ed in un'epoca ricca di episodi e di personaggi che si apprestavano a lasciare il segno nella storia.

Leggi tutto...

Come vedere Battlestar Galactica in streaming? Ecco la serie tv che vista e rivista non stanca mai

Battlestar Galactica è una tra le più grandi e classiche serie televisive di fantascienza della storia in cui l’umanità è minacciata da un terribile avversario robotico. La versione originale venne trasmessa fra il 1978 ed il 1980 e già a quei tempi riscosse un successo discreto nonostante i toni kitsch e i caratteristici costumi improbabili. Nel 2003, la serie si meritò un reboot con una nuova serie che è riuscita a superare ampiamente ogni aspettativa dei suoi fan, coinvolgendoli con il suo ritmo serrato, gli intrecci intelligenti e i memorabili personaggi; insomma un’occasione d’oro per tuffarsi nel gelido spazio fra combattimenti epici, una politica ricca di intrighi e temibili assassini robot.

Leggi tutto...