The Blacklist in streaming

Dopo aver parlato di Mad man, oggi ci occupiamo di The Blacklist. Netflix, Raiplay, Sky e molti altri canali multimediali, poco a poco, stanno prendendo il posto della TV, in quanto molto più veloci ed immediati per guardare ciò che si vuole, a costi non esosi, talvolta addirittura gratuitamente, persino serie TV di grande successo come The Blacklist. Vediamo, quindi, quali sono i canali in cui guardare legalmente The Blacklist in streaming

La trama della serie TV

The Blacklist rappresenta una serie tv statunitense di genere thriller che narra le vicende di uno dei malviventi più ricercati dall'FBI, ovvero, Raymond Reddington, detto “Red” e interpretato da James Spader (già visto in The Practice Professione avvocati, The Office e Boston Legal). Red si dimostra come un artista del crimine che da oltre dieci anni sfugge alle ricerche dell'FBI stando un passo avanti a tutti. Improvvisamente, però, Reddington ribalta le carte in tavola e sceglie, incomprensibilmente, di consegnarsi spontaneamente all’FBI proponendogli uno scambio che non si può rifiutare. Egli, infatti, contratta il suo arresto, proponendosi di aiutare i federali con la cattura di una serie di malviventi con cui ha collaborato negli ultimi 10 anni. Perché il protagonista si allei con i federali è fra i più grandi interrogativi di questa serie TV assieme al motivo per cui, egli, abbia scelto di svelare la blacklist solo se potrà lavorare con Elizabeth Keen, interpretata da Megan Boone (già attrice in Step Up 4, Law & Order e Revolution 3D) che altro non è se non una profiler neoassunta. Si aprono così una serie di scenari che nell'FBI non avevano previsto, che vede impegnati nella formazione di una squadra operativa segreta l’agente Elizabeth sotto le guide dell'esperto agente Donald Ressler interpretato da Diego Klattenhoff (già visto in Homeland e Caccia alla spia), che tenta di scoprire il misterioso legame fra Red e Lizzie.

Sveliamo qualche curiosità su The Blacklist

James Spader non è stato l'unico attore valutato dai produttori per vestire il ruolo di Red. Fra i candidati, infatti, vi era la star di 24 Kiefer Sutherland. Il personaggio, ricorda Keyser Söze, interpretato da Kevin Spacey ne “I soliti sospetti”. Però, i produttori hanno svelato in un'occasione di aver preso ispirazione da Whitey Bulger, un grande malvivente di Boston che fu arrestato nel 2011.

Anche se la serie è ambientata a Washington, D.C., le registrazioni di The Blacklist sono avvenute nei dintorni di New York, maggiormente nelle aree di Long Beach e Pleasantville.

Nella stagione del 2016-17, la NBC ha mandato in onda uno spin-off incentrato sul personaggio di Tom Keen (Ryan Eggold) e sua madre Scottie Hargrave (ovvero Famke Janssen) dal titolo The Blacklist: Redemption. Questa serie e i suoi elementi sono stati conosciuti dal pubblico nell’episodio 21 della terza stagione. Lo spin-off, però è stato cancellato dopo soli tre mesi e appena 8 episodi per gli ascolti troppo bassi. Nel del 2013, The Blacklist vinse il Critics' Choice Television Award per la nuova serie più elettrizzante.

Un’altra curiosità è sul Il cappello del protagonista che non è il frutto di una scelta di produzione ma dello stesso attore protagonista. Egli ha dichiarato che un uomo come Reddington che gira il mondo e si deve adattare a condizioni climatiche sempre differenti non può non possedere un cappello.

La data della nascita segnata sui poster di Raymond Reddington è la vera data di nascita dell'attore James Spader (nato proprio il 7 febbraio 1960).

Tutti i titoli degli episodi elencano il nome di uno dei criminali della Blacklist, con la posizione che occupa all'interno della lista.

Normativa sullo streaming e il download di file protetti da copyright

L’articolo 2575 del Codice Civile sancisce che qualsiasi opera dell’ingegno (nell’ambito delle scienze, della letteratura, musica, scultura, pittura, architettura, cinema e teatro) è oggetto di copyright, ovvero di diritto di autore. Allo stesso modo, anche i contenuti multimediali rientrano in questa categoria. La legge stabilisce che la duplicazione, commercializzazione, pubblicazione e qualsiasi attività correlata alle opere di ingegno è tutelata dal diritto d’autore e la violazione di questo diritto è penalmente punibile. La violazione principale è l’impiego improprio, illecito e a scopo di lucro delle opere tutelate senza averne i requisiti. L’art. 171 comma a), infatti, stabilisce che chiunque mette a disposizione anche tramite internet contenuti coperti da copyright senza averne i diritti è passabile di un’ammenda il cui valore oscilla tra 50€ e 2.065 €. Anche chi condivide illegalmente i contenuti protetti e l’utente che li scarica è sanzionabile, ma in misura diversa. L’utente che scarica il contenuto protetto da copyright, seppur per uso personale commette ugualmente un illecito (art. 174 ter) che comporta una sanzione pecuniaria amministrativa calcolata in proporzione alle copie possedute, oltre alla confisca del materiale illecitamente scaricato e pene accessorie.
L’illecito più grave è quello di effettuare il download illecito e, contestualmente, condividere il materiale online per venderlo con intento di lucro e a scapito del titolare del diritto d’autore. L’intento lucroso – quando è palese – è penalmente perseguibile con la detenzione da 6 mesi a 3 anni.

Anche lo streaming è illegale?

Il discorso sullo streaming ha due discriminanti: occorre distinguere tra chi fornisce il servizio e l’utente.
Il fornitore del servizio che condivide i contenuti tutelati avendone il diritto non commette illecito, in quanto non si tratta di materiale e software acquisito illegalmente. L’uso del contenuto messo a disposizione prescinde dalla volontà di chi condivide. L’importante per il fornitore del servizio - che sia un canale tematico o fornitore specifico - (art. 171 e 171 ter) è che il materiale offerto sul web – anche in forma gratuita – sia stato acquisito legalmente e se ne possiede i requisiti.
L’utente che guarda un film in streaming e si limita alla visione non commette illecito. Diversamente, se l’utente scarica il materiale – anche se a scopo personale – commette potenzialmente un illecito, ma lo commette sicuramente se scarica contenuti provenienti a loro volta da siti, canali o fornitori illegali.
Tuttavia, è bene specificare che il materiale scaricato per uso personale, se non viene divulgato, rientra nei limiti della legalità, anche qualora fosse trasformato in altri formati per usufruire dei contenuti su altri dispositivi. Si compie un illecito quando si favorisce il download o si scarica gratuitamente un contenuto a pagamento che non è stato acquistato e che è coperto da copyright, moltiplicando il danno per il titolare del diritto d’autore.

Trailer di The Blacklist in streaming

Link per guardare The Blacklist in streaming  su PC, Tablet, Smartphone e/o su Smart TV

Vi sono molti siti internet online in cui è possibile una visione in modo assolutamente legale di tante serie tv, fra le quali The Blacklist in streaming.

Chili cinema

Pop Corn tv



Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

The Blacklist in streaming: dove guardarlo te lo diciamo noi!

The Blacklist in streaming

The Blacklist rappresenta una serie tv statunitense di genere thriller che narra le vicende di uno dei malviventi più ricercati dall'FBI, ovvero, Raymond Reddington, detto “Red” e interpretato da James Spader (già visto in The Practice Professione avvocati, The Office e Boston Legal). Red si dimostra come un artista del crimine che da oltre dieci anni sfugge alle ricerche dell'FBI stando un passo avanti a tutti. 

Leggi tutto...

The Witcher in streaming? Ecco la serie tv Netflix tanto attesa

Immagine usata nell'articolo The Witcher in streaming ? Ecco la serie tv Netflix tanto attesa

Come sta accadendo già da alcuni anni, al successo straordinario di un videogioco segue il lancio di un film o di una serie televisiva basato su di esso, con l’obiettivo di riuscire a bissare gli stessi risultati anche sul piccolo o grande schermo. Basti ricordare, ad esempio, il famoso videogame della saga di Resident Evil, da cui sono state tratte poi svariate pellicole cinematografiche, con protagonista la splendida attrice e fotomodella Milla Jovovich.

Leggi tutto...

Suburra in streaming: cosa c’è da sapere su questa serie TV?

Immagine presa dalla serie Suburra. In questo articolo vedremo come vederla in streaming

Suburra è una serie tv italiana, la prima originale netflix , uscita nel 2017 che fu diretta da Michele Placido e Giuseppe Capotondi. La prima stagione fu andata in onda per la prima volta su netflix il 6 Ottobre 2017 e consecutivamente, dato il suo successo, fu trasmessa anche da rai2.

Leggi tutto...