Un personaggio storico dalle diverse sfumature e che ha caratterizzato buona parte del XX° secolo ed ancora caratterizza questo scorcio del XXI°, la regina Elisabetta II d'Inghilterra è la protagonista, assieme alla celebre famiglia reale britannica, di una nuova serie televisiva molto attesa ed apprezzata dal pubblico di tutto il mondo, The Crown. Ideata e diretta da Peter Morgan, ne sono state trasmesse finora due stagioni, delle sei previste complessivamente e ciascuna è composta da 10 episodi.

Quest'opera televisiva è stata lodata anche dalla critica per l'ottima sceneggiatura proposta, per la regia attenta e precisa e per la splendida interpretazione di alcuni suoi personaggi, in particolare quella diClaire Foye di John Lithgow, nei panni rispettivamente della regina Elisabetta II e di Winston Churchill. Un apprezzamento conclamato poi con la vittoria di numerosi premi. Andiamo a conoscere la storia della protagonista di questa serie, la regina Elisabetta II d'Inghilterra, consigliando tuttavia agli appassionati la visione diThe Crown in streamingsu internet.

The Crown ovvero la storia di Elisabetta II e della famiglia reale inglese

Nata nell'Aprile del 1926, figlia primogenita del re Giorgio VI°,Elizabeth Alexandra Marysin da giovane è costretta a sopportare il potere e le sue responsabilità, in un contesto storico nazionale ed internazionale in rapida evoluzione. Sposata nel 1947 con Filippo di Mountbatten, lontano cugino e futuro Duca di Edimburgo, si ritrova a salire al trono d'Inghilterra col nome di Elisabetta II alla morte del padre nel 1952.

E proprio nella prima stagione della serie, ci si sofferma sull'arco temporale che va dal suo matrimonio alla proclamazione di regina, per terminare poi con la crisi di Suez del 1956. In questo periodo, Elisabetta dovrà sopportare il peso della scomparsa dell'amato padre, la constatazione del declino dell'impero britannico e la perdita della sua centralità a favore di nuove potenze (quali Usa e Unione Sovietica), tuttavia potrà contare, sia pur brevemente, sull'apporto importante dell'ormai anziano Winston Churchill.

La seconda stagione, invece, copre un arco temporale che arriva quasi alla metà degli anni '60, in particolare al 1964. In questi anni, lei assisterà alla trasformazione della società britannica (basti pensare anche all'avvento del gruppo musicale dei Beatles), ma anche ad attriti familiari con la sorella minore, Margaret, che dovette rinunciare a sposarsi con un uomo divorziato ed unirsi poi ad un'altra persona, da cui peraltro divorziò in seguito, nel 1978.

Cambiamenti nella serie

Le stagioni successive della serie vedranno poi il cambiamento dell'attrice protagonista, che saràOlivia Colman, così come dell'inteprete del marito Filippo di Edimburgo. La regina Elisabetta comunque, negli anni seguenti, dovrà superare ulteriori periodi turbolenti non soltanto a livello familiare, ma anche nazionale. Infatti, assisterà e sopporterà le fallimentari storie matrimoniali dei suoi figli.

La più drammatica e controversa sarà quella del primogenito Carlo con Diana Spencer, celebre Lady D. I rapporti tra quest'ultima e la regina furono sempre freddi e poco cordiali, a causa delle evidenti differenze caratteriali e di vedute tra le due. Un rapporto conclusosi tragicamente con la scomparsa dell'ingombrante Diana e la quasi costrizione di Elisabetta a renderle omaggio. Tuttavia, anche a livello nazionale, come detto, vi sono state varie situazioni controverse e rapporti non sempre idilliaci con i diversi primi ministri succedutisi durante il suo regno.

Se il rapporto con Winston Churchill fu intenso e cordiale, il contrario avvenne negli anni '80 con Margaret Thatcher, la celebre lady di ferro. Le due donne infatti dovettero sopportarsi per questioni formali, ma non ebbero mai un sincero legame amichevole. Col più recente Tony Blair, le relazioni furono assai cordiali nei primi anni di governo del Laburista, per poi man mano deteriorarsi nel corso del tempo.

Comunque, laregina Elisabetta IInel suo lungo regno, il più longevo della storia britannica con i suoi 66 anni, è sempre rimasta un punto di riferimento per l'intero Paese ed ha seguito una linea tradizionalista dei principi monarchici, anche a costo di scontrarsi con gli affetti familiari (come accaduto ad esempio con la sorella minore Margaret). Una vita pubblica e privata quindi assai difficile, così come si evince anche nella stessa serie televisiva.

Trailer

Per coloro che non vogliono perdersi le vicende appassionanti ed affascinanti della regina Elisabetta  e della sua storia reale, è possibile acquistare e vedere i diversi episodi della serie The Crown in streaming sul web, utilizzando vari dispositivi elettronici attraverso cui connettersi ad apposite piattaforme online, quali ad esempio Netflix. Un divertimento di cui godere ovunque ed in maniera semplice.       

Netflix

Acquista la Serie

Amazon






I più condivisi

The Crown in streaming: dove posso gustarmelo?

Un personaggio storico dalle diverse sfumature e che ha caratterizzato buona parte del XX° secolo ed ancora caratterizza questo scorcio del XXI°, la reginaElisabetta II d'Inghilterraè la protagonista, assieme alla celebre famiglia reale britannica, di una nuova serie televisiva molto attesa ed apprezzata dal pubblico di tutto il mondo,The Crown. Ideata e diretta da Peter Morgan, ne sono state trasmesse finora due stagioni, delle sei previste complessivamente e ciascuna è composta da 10 episodi.

Leggi tutto...

Twin Peaks in streaming: dove posso vedere questa Serie TV?

La serie televisiva per antonomasia e che nei primissimi anni '90 ha appassionato il pubblico americano ed europeo,Twin Peaksè stata trasmessa per sole due stagioni, ma che sono bastate a rivoluzionare queste genere e ad influenzare tutte le produzioni successive nell'arco di vari decenni: da Lost a X-Files, passando per I Sopranos. Tuttavia, dopo una pausa durata ben 27 anni, questa serie storica ritorna sugli schermi televisivi con nuovi episodi e vede il riaffacciarsi dei suoi personaggi assai particolari.

Leggi tutto...

Il Sesto Senso in streaming: ecco dove guardarlo legalmente

Nel corso del tempo, il cinema ha lanciato diversi giovanissimi attori, portandoli alla ribalta ed al successo. E questo è il caso ad esempio del film "Il Sesto Senso", dove, accanto alla star Bruce Willis, ha recitato in maniera straordinaria Haley Joel Osment, di soli nove anni. Una performance artistica che ha portato il bambino alla candidatura agli Oscar come miglior attore non protagonista. Lo stesso film ha riscosso un successo straordinario, nonostante una trama particolare e dal gusto misterioso e dark, non certo adatto ad un vasto pubblico.

Leggi tutto...